mercoledì 22 maggio 2013

Grande Oriente Democratico e grande intervento in favore della Fiom! (Link)

Come volevasi dimostrare la FIOM ormai è proiettata verso l'essere l'unico sindacato davvero rappresentativo delle istanze di tutti i lavoratori, i precari, i disoccupati.


Fiom è socialdemocrazia e benessere. Coesione sociale.
Mentre il paese è morto schiere di giovani guardano oltralpe per trovare un'ancora di salvezza. La maggior parte dotati di cervello a prescindere da eventuali titoli.(Che comunque, sia chiaro, sono pur sempre un fiore all'occhiello). Proprio verso quei paesi che garantiscono quell'equilibrio perennemente ricercato dal popolo italiano, equilibrio puntualmente impedito nel banana paese dalla boria lussuriosa dell'elettore tipico del centro destra o dal menefreghismo tipico dell'iscritto piddino. Tutto questo si risolve, si riassume in un' opera di occulamento della via da seguire.

Landini della FIOM è l'indiscusso leader dal volto umano.In tema di lavoro vanno segnalati anche giuslavoristi quali Bronzini, magistrato del Lavoro a Roma, e la professoressa Silvana Sciarra dell'ateneo fiorentino (Giurisprudenza).
(Se qualche esponente del GOD avesse a leggermi consiglio, con mia massima umiltà e cordialità, un contatto con tali figure).
Landini l'unico uomo con una certa visibilità nel mondo sindacale (a dire il vero anche INCA lo fa), che divulga la cruda verità e se ne fotte degli interessi di casta della cgil, della cisl e della uil
Non sparla di incentivi e regaloni a questo e quell'evasore, spacciati per miele, che in realtà sono altre ricette iperliberiste, esclusiviste e suicide. Già si parla del fatto che la ben pubblicizzata "detassazione" finirebbe poco o niente nelle tasche del lavoratore (...), come al solito. Chi ultimamente alla voce "DETASSAZIONE" DEL LAVORO FA LA VOCE GROSSA (MA NEGLI ULTIMI ANNI SONO TUTT'ALTRI AD AVERLA RIPETUTAMENTE PROPOSTA) da 20 anni ha sempre alzato le tasse (DATI ISTAT). 
Viene da chiedersi: non è che usa questi argomenti con rinnovato vigore solo per avere potere e sistemare i propri processi? Dovendo rispondere a un certo elettorato, se realizza questa cosa, non è che magari lo fa in fretta e furia, in modo elettorale? Cioè non negli interessi di tutto il paese, del futuro di esso e della COESIONE ma solo a vantaggio della parte che l'ha votato?
Il lavoro si detassi ma con metodo,creando anche le condizioni
per il benessere, altrimenti si rischia di creare altra recessione per il crollo dei consumi che ne segue. Detassare il lavoro è un obbligo ma senza ammortizzatori non ha senso e poi "su chi ricadrà la tassa che farà fronte alla detassazione?". Sui patrimoni o sui poveracci? Si vuol continuare a far credere che detassando si crea lavoro anche quando il lavoro non c'è (perchè non c'è consumo) e quel poco che c'è sfrutta i dipendenti mal pagandoli e maltrattandoli col ricatto del licenziamento senza tutele? Questa corsa al ribasso (vergognosa perchè evitabilissima) è causata anche (ma ahimè non solo..) dalla rarità di una occupazione e si affronta con politiche corrette e non prendendosela con chi è sotto, magari non pagando gli apprendisti e/o facendo spezzatino di diritti e/o colpendo chi le tasse le ha sempre pagate.
Il GOD lo ha subito notato e condivide:
Il popolo ha bisogno intanto di due tipologie di intervento:
O la americana MMT o l'europeo Reddito Minimo Garantito o ambedue.
Non può esistere che una persona resti senza redditi. O gli viene concesso un reddito o lo stato lo deve assumere sulla falsa riga della MMT magari part-time. Lasciarlo senza niente è CALPESTARE LA DIGNITA' UMANA. (Costringerlo ad elemosina o sfruttamento).
ESSA E' INVIOLABILE.
Se lo ricordi il PD.
Lo apprenda un pochino anche il M5S che ignora la differenza tra workfare e welfare. (Ma senza M5S oggi non saremmo qua a parlare di reddito minimo, di sprechi e di MPS).
La redistribuzione è l'unico freno per questo capitalismo targato GIGANTI (CIT. CROUCH), LE MULTINAZIONALI.
Solo dal volto umano il capitalismo ha la chance di risollevarsi ed essere di nuovo amato e condiviso.
Solo così potrà garantirsi di perdurare. Col volto di Landini.
Alle prossime elezioni NON VOTATE PDL.

Marco

Nessun commento:

Posta un commento