sabato 18 novembre 2017

PD, MDP e M5s ovvero "Come la Sinistra non equivale più a LAVORATORI ma a MASSONERIA".

L'Agenda? Leggete il pezzo.


Confrontandomi con un amico italo-straniero, musulmano, appassionato di storia, mi sono ritrovato a pormi domande sulle origini dei valori della sinistra spesso intrecciandoli ad aspetti spirituali. 
A fine lettura vorrei che faceste caso al simbolismo (ad esempio le stelle a cinque punte), a determinate coincidenze ed alle terminologie utilizzate dai rappresentanti delle Istituzioni degli Stati, del mondo finanziario ma anche del Cinema, della Musica, della Letteratura (ecc) in particolare a chi cita in modo reiterato termini quali "luce", "libertà", "fratellanza". 
Secondo questa fonte che ho reinterpretato in chiave più "sociale" la sinistra (da cui, ricordo,  originariamente provengo) è il Cavallo di Troia della Massoneria per la realizzazione del livellamento verso il basso dei diritti delle personeLo scopo finale è imporre l'ordine, "la pace in Terra", la fine di ogni conflitto tra nazioni, tra classi, tra persone

Inizialmente la Massoneria si intrecciò profondamente con l'Illuminismo (che ebbe anche indubbi pregi soprattutto tecnologici) per cercare di raggiungere lo scopo.

I "figli" dell'Illuminismo furono Comunismo e Capitalismo definiti dal mio interlocutore rispettivamente come "Socialismo di Marx" e "Socialismo occidentale" o "Socialismo inglese".

Ad un iniziale (decenni) miglioramento delle condizioni segue l'innamoramento delle masse per queste ideologie ma successivamente, puntualmente, consegue il peggioramento inarrestabile (nel caso del Comunismo "il crollo") delle condizioni di esse, accompagnato da vari dispositivi di controllo quali il dividi et impera (classe subalterna contro classe media), i media con le loro strategie, la partitocrazia ecc.

 Il "socialismo occidentale" in cui il consenso mondiale finisce per essere canalizzato, è un termine, una definizione, che in effetti ricorda molto il "socialismo liberale" e l'"economia sociale di mercato" quella crudele ideologia che ci propongono in tutte le salse come modello di Welfare buono, giusto "smart".

L'attuale Russia sta cercando di impedire all'aggressore americano (che è il vero padrone del governo ucraino) di esportare il neoliberismo (il "socialismo inglese") dalle loro parti...gli USA da parte loro parlano di "esportare la democrazia" manipolando il popolo bue. 
La Russia quindi sta cercando di impedire che sul proprio suolo si passi dal Comunismo (crollato definitivamente nel 1989) allo sbocco previsto dalle lobbies americane che (come detto) è quello del "socialismo occidentale" (il neoliberismo); Putin in altre parole cerca di scongiurare che il crollo del comunismo venga canalizzato nel neoliberismo (o "socialismo occidentale" o "economia sociale di mercato" tanto cara al massone Tony Blair).
Notare che non parlo di Stato USA ma di Lobbies, di establishment dato che sia l'esercito americano, che i servizi segreti americani, che i governi USA sono espressioni di questo establishment.

Chomsky afferma che le lobbies multinazionali, i "Giganti" (Crouch), "i padroni del mondo", ci conoscano meglio di quanto conosciamo noi stessi. C'è in effetti qualcosa che si ripete e che probabilmente è studiato nelle diverse fasi, non posso affermare che sia preordinato ma il dubbio viene.

Si pensi a come la creazione del terziario (classe media) sia stata funzionale in molte parti del mondo all'indebolimento della classe operaia (forte nelle fasi industriali) e come la classe media sia stata successivamente annientata (mediante la globalizzazione/"liberalizzazione dei Capitali e delle Merci") una volta che il popolo fosse stato opportunamente diviso.
Ovviamente la globalizzazione fa sempre parte del "socialismo occidentale", idem la "finanziarizzazione dell'economia".

Uno dei motori del processo che dovrebbe portare all'omologazione sociale e spirituale umana (monete sovrane, Stati sovrani, religioni, culture, sono un ostacolo ad essa) fu come detto l'Illuminismo, l'Umanesimo ateo (che dell'Illuminismo fu il dispositivo culturale di fondo) ed il mandante di questa dottrina (come della Rivoluzione Francese) fu, sempre secondo la mia fonte, la Corona Inglese al fine di colpire Francia e Italia (ma anche Germania e Spagna) legate strettamente alla Chiesa cattolica.

Il mondo finanziario (si pensi a Soros) marcatamente massonico che dall'Inghilterra si è sviluppato, è ormai slegato ideologicamente da concetti quali l'appartenenza ad uno Stato, ed è esso ad imporre una eccezionale accelerazione al processo di impoverimento, omologazione e sottomissione che sta dirigendo l'Italia (e il Sud Europa) all'annientamento. 
L' euro è una tappa ed un formidabile "motore" per questa unificazione.

Il detto recita che la "strada per l'inferno (sociale) è lastricata di buoni propositi" (umanisti):  l'europeismo, l'accoglienza, la Robotica, la stessa Democrazia (che reputo comunque l'unica strada ma è manipolata/ammalata dai media), il femminismo, i diritti "cosmetici" (utilizzati per comprimere quelli sociali alla velocità della luce), l'ambientalismo, l'antiproibizionismo, il liberalissimo suicidio assistito, il globalismo, il New Age spirituale del pensiero positivo (che non è altro che la dottrina magico-massonica di massa per eccellenza), la clonazione ecc ecc ecc sono tutti al primo sguardo "sacrosanti" ma se se ne coglie il quadro di insieme e se si fa attenzione a come sono strumentalizzati e distorti sono funzionali a questa libertà farlocca che ci dirige verso la sottomissione. 
Liberi di farci sottomettere!
A parte la cosiddetta "accoglienza" funzionale alla creazione di una guerra tra poveri per colpire diritti e salari, ogni dogma neoliberista (cioè massonico) è finalizzato all'umiliazione della dottrina della Chiesa Cattolica (chi scrive è l'antitesi di un buon praticante!). 

I concetti sopra espressi infatti sono definiti volgarmente "buonismo" e sono portati avanti dalla Massoneria che è per sua stessa ammissione "Luciferina" (anche se tale rivelazione si ottiene dopo un certo livello con grande sorpresa di molti, moltissimi massoni cattolici!) mentre la protezione sociale dello Stato (baluardo della libertà per i più deboli) è vista dalle lobbies ormai come una ingerenza e uno spreco. 

Non credo quindi sfugga che l'ideologia politico-economica di queste spinte sia il "neoliberismo" ed esso inquina anche la spinta valoriale di interi strati della politica e della società!
Un "neoliberismo neovittoriano" del resto...e la Regina Vittoria era inglese per quanto ne sappiamo!
Si pensi a come si è trasformata la sinistra in Italia: mio nonno fondò il PCI nel mio paese e fece (è proprio il caso di dirlo) la guerra per i lavoratori e la loro libertà, adesso invece ci hanno convinto che la libertà (e la sinistra) è tutt'altro... 

Si faccia caso che in Parlamento mentre declina il PD a causa di scandali bancari e corruzione, una forza ancor più radicale (leggasi Pannella) dell'imbolsito PD (e di MDP), il M5s, di colpo si fa portatrice di queste istanze dimenticandosi di quanto aveva promesso per anni sul piano socio economico e finanziario e dimenticandosi di rendere pubblico che l'Italia non si è impoverita drammaticamente per dei corrotti ma per dei venduti (alle lobbies bancarie/multinazionali)!
Si pensi al Divorzio Bankitalia/Tesoro o al peso colossale dell'evasione delle Big Companies! Lo Stato venduto agli stranieri in cambio di secoli di prebende (per loro e per i loro discendenti)
Soggetti poi venerati nelle sezioni di partito (utili a controllare questa sorta di piramide sociale che vuole terminare verso la sottomissione di tutti noi e dei nostri discendenti). 
Non ci hanno venduto solo economicamente ma perfino sociologicamente e spiritualmente
Cosa ben diversa...
Il concetto tipicamente massonico di "libertà" (liberi di fare tutto senza dogmi clericali) serve a dimostrare che l'essere umano alla fine si sceglie liberamente questo destino di sottomissione (peccato non si ricordi il contributo assolutamente decisivo dei media) senza contare il contributo del panem et circenses che è sempre servito a distrarre e indebolire i diritti sociali.

Sia chiaro che questo contributo non è una critica al mondo umanistico/ateo, a quello massonico, a quello finanziario, semplicemente non sono i miei mondi. Cerco semplicemente di salvare quello di cui faccio parte io, quello reale (nel senso di attuale), stimolando il ragionamento grazie anche al confronto con amici con conoscenze diverse dalle mie.

ps:
Se consultate questo video  ascolterete la frase di Al Pacino (citata da Grillo poco tempo fa) "o risorgiamo come squadra o cederemo un centimetro dopo l'altro ecc ecc"; guardate alla fine della frase citata da Beppe Grillo (non un secondo dopo!) cosa appare sul muro e il numero sulla spalla del rugbista.

Se siete così gentili da condividere sto pezzo il favore lo fate a voi.
Marco.

Il 433 che farebbe grande l'Italia

Partiamo subito dal metterli in campo.


                                                          Perin
             Darmian          Bonucci                       Rugani          Emerson (Florenzi)
                                                        Jorginho (Diawara)
                                 Bonaventura                     Verratti (Pellegrini)
                   Berardi (Bernardeschi)                                                      Insigne
                                                       Balotelli (Belotti, Immobile)
(433)


Nb:
- Balotelli solo se si allenerà come e più degli altri e manterrà un atteggiamento umile e non da star mettendosi al servizio anche del magazziniere, in altre parole professionale. Sappiamo bene che ancora oggi è potenzialmente il più forte attaccante di cui disponiamo.
- I centrocampisti centrali sono bassi ergo dovrebbero giocare palla velocemente e muoversi  molto.
- Pressing e movimenti senza palla da parte di tutti.
- Svegliatevi a  convocare Diawara.
- Il modello cui ispirarsi è Sarri (anche se con alcune differenze).
- L'inserimento di Florenzi è utile nel caso in cui serva fare gol e quello di Bernardeschi nel caso cercassimo l'incrocio con Bonaventura (una sorta di pseudo-rombo).
In porta ricordo Donnarumma.
Per la difesa ricordo: Romagnoli e Caldara. 
Per il centrocampo Marchisio, Barella, Benassi, Gagliardini e Baselli.
Per l'attacco ricordo Chiesa e Verdi.

La scelta di Emerson Palmieri risiede nel fatto che con Darmian e Jorginho garantiscono buona copertura a Bonucci e Rugani. La criticità sta in effetti nel fatto che nessuno tra Bonucci, Caldara, Rugani e Romagnoli ha il contrasto alla Chiellini, sono tutti "attendisti" nel modo di porsi tra la porta e l'avversario.
A centrocampo Jorginho (o Diawara) svolgono il ruolo di regista ma sono coadiuvati dal palleggiatore Bonaventura che inoltre rappresenta anche colui che si inserisce (dei tre della mediana) da dietro le linee.. Verratti invece serve per dare qualità alla manovra, per ripulire il gioco e fornire imprevedibilità.
I piedi invertiti di Berardi e Insigne rendono importanti le sovrapposizioni dei terzini e i triangoli con il centravanti centrale.



Se proprio non accettassi nemmeno io (di Camaiore originario) consiglio Di Biagio che è magistrale nel gestire anche le nazionali Under... oppure...la Nazionale potrebbe virare sul viareggino Lippi...
(il migliore di sempre)!
 ps:
Diffidare dei vari Cannavaro (sic!), Mancini (stra sic!), Guidolin...

domenica 18 giugno 2017

La mia analisi sugli errori del centro destra in campagna elettorale.

E come avrei ritoccato il programma elettorale.

E' sempre antipatico esporre gli errori ma come di consueto non mi intimorisco forte anche del fatto che parlo da cittadino, senza voler con ciò piangere sul latte versato ma cercando solo di analizzare.

Intanto è mancato il gioco di squadra: si sono visti Candidati spostare preferenze e voti da Tizio a Caio e da lista a lista, partiti dimenticarsi di apporre i manifesti di altre liste, come da accordi, e aspiranti Consiglieri limitarsi a chiedere il voto su se stessi.

Sconfiggere un Sindaco uscente è impresa titanica ma, senza arrogarmi l'infallibilità, secondo me è stato tutto un complicarsi la vita (sicuramente si manifesterà qualcuno "più realista del Re" a sconfessarmi).

Comunicazione:
Non dovevano essere portati continui (da mesi) attacchi al Sindaco ("a testa bassa") in tal modo si è percepiti come "propaganda" e non come schiettezza inoltre emotivamente è chi ne parla che viene associato a qualcosa di perdente.
Il simbolo doveva essere sobrio come quello di Daddio, spiazzante rispetto al Candidato, creativo e non celeste "Silvio Retrò Style".
I volantini (come il simbolo) non dovevano essere celesti, dovevano essere pochi (non inondare la città), mirati e inviati per posta 10 giorni prima del voto; possibilmente professionali nell'aspetto.
Non siamo nel 2001.

Meglio se i tre partiti si fondevano in una unica lista civica (ma capisco non fosse possibile) ma non dovevano venire i politici nazionali a farsi campagna per il nazionale.

Il candidato doveva sorridere (non apparire come un maresciallo delle carceri), non essere sui volantini e farsi percepire il meno possibile sulle polemiche ("non cerchiamo questioni del passato" avrebbe dovuto rispondere) promettendo di riservarsi solo una domanda finale in merito (se il pubblico lo chiede) se proprio necessario, dove sparare tutto ciò che sentiva di sparare.

Sui social serviva un pool, un impegno coordinato, scientifico, studiato, istituzionalizzato dal Candidato con l'appoggio saltuario degli altri.
Avevo provato a far capire tutte queste cose ma il risultato fu una "geometrica" barzelletta (a me piacciono le barzellette, le adoro).
E' chiaro che i simboli non puoi modificarli ma i volantini ed il volantinaggio, ad esempio, sì...

Programma:

Il programma era eccellente ed avrebbe sicuramente stimolato lo sviluppo economico ma non sempre la "buona argomentazione" ha successo conta spesso come la si fa percepire.

1) Avrei evitato il trenino da Candalla (non mi piaceva per niente questa idea ma non ho nemmeno avuto il tempo di approfondirla) preferendo riqualificare l'area di Candalla (ne approfitto per ricordare Stefania Campetti da poco defunta, dalla quale nel 2012 recepii l'idea del Parco e con la quale avevo strutturato un progetto nel periodo 2012/2017) e, separatamente, avrei promosso la realizzazione di qualcosa di locale e non per forza clamoroso a Gombitelli, Lucese, Fibbiano, Fibbialla.

2) Lido: Il Pontile lo avrei lasciato così (abbiamo già dato e il "Pescaturismo" si può fare lo stesso) mentre Bussoladomani l'avrei modificata inserendo la "Conchiglia" per la convegnistica, dato che al momento l'area è un campo (non abusiamo del termine "Parco" per cortesia). 

Sull'Arlecchino grosse spese non le avrei previste: resto dell'idea che una dismissione ai privati non sarebbe stata una presa di posizione malvagia: con essa potevamo creare dei voucher da spendere solo sul piano locale (il modo c'è di concerto con le imprese locali) per lavori inerenti il decoro urbano, extraurbano e l'appoggio a chi svolge mansioni di pubblica sicurezza. Avremmo così unito il sostegno a chi è in estrema difficoltà alla promozione della libera impresa locale.
3) Capezzano: Ok Orto Botanico ma avrei posto anche l'accento su Sicurezza e Decoro Urbano/Extraurbano e defiscalizzazioni a chi si occupa di agricolo.
4) Centro storico: avrei puntato sul decoro urbano e sulla realizzazione di un parcheggio (gradevole esteticamente) sul "Prado" spostando i bus altrove. 
Sulla Porta Nuova avrei riportato le lancette a 5 anni fa tornando a quella sorta di rotonda (anzi, ellisse). 
La perdita di gradevolezza la avrei compensata abbellendo in qualche modo la zona "Prado".

Concludendo meno opere faraoniche (fermo restando quelle importanti per lo sviluppo economico), più decoro, piccole opere di manutenzione, un po' di fantasia e una diversa comunicazione.

Saluti, Marco Giannini.

[Marco Giannini 41 anni, camaiorese, specializzato con lode sia nel Management della Natura che in Bioantropologia. Nel 2008 la vedova Caponnetto lo onora di dedica in cui gli riconosce i 5 valori del marito. Nel 2010 raccoglie oltre 300 firme autenticate per spingere le forze politiche ad interessarsi del fenomeno clandestini nel parcheggio ospedaliero, operazione che ha avuto successo. Ha presentato recentemente il suo libro critico verso la moneta unica alla Camera dei Deputati; collabora con ANS Toscana (Sociologi e Giornalisti) pubblicando articoli citati anche in Cerimonie Istituzionali. Poeta: una sua opera contro la guerra in Serbia fu messa in mostra dal critico d’arte Gierut nel 1999.
"Vorrei che Camaiore diventasse "La più temuta dai politici" e si dicesse "in Italia esiste Camaiore: là se ci vai devi essere preparato". Perché preparazione è rispetto (altrimenti te ne stai a casa)"].

venerdì 5 maggio 2017

Programma completo per il mandato.


Marco Giannini - Candidato Consigliere  

Insieme per Crescere 

Bertola Sindaco






"Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo lo chiama farfalla" (Lao Tse).

Ci siamo.

E' arrivato il momento di tirare le fila e fare una sintesi delle proposte programmatiche che, se sarò eletto, saranno il nucleo portante della mia attività da Consigliere, ovviamente insieme alle battaglie "classiche" che il nostro Candidato Sindaco Giampaolo Bertola porterà avanti durante i prossimi 5 anni (decoro, rifiuti, strade dissestate, marciapiedi, opere pubbliche, viabilità, ambiente, barriere architettoniche, piccole imprese, lavoro, sviluppo economico, turismo ecc).
La lista "Insieme per Crescere" è un gruppo giovane che si sta distinguendo per spirito cittadino, operosità e supporto al Candidato e mirerà non solo alla buona amministrazione ma anche alla buona "intuizione" per accrescere il senso civico nel territorio.

Siamo passati da un ex Sindaco (Bertola) autore di circa un centinaio di opere pubbliche ad uno che ne ha realizzate poche e tutte concentrate nel periodo elettorale. Le giustificazioni di stampo economico non sono sufficienti dato che (e da cittadino non mi fa certo piacere parlare di un insuccesso anche se di un "avversario") poteva concretizzare sensibilmente di più.

L'attuale amministrazione è stata costretta da una schiacciante sensibilizzazione a "chiudere" alcune problematiche che quindi non troverete più presenti tra le mie proposte:
a) la raccolta firme che eseguii nel 2010/11 (per allontanare definitivamente i clandestini dal parcheggio ospedaliero) rese inevitabile la risoluzione della situazione.
b) Stesso dicasi per l 'uscita sulla stampa della mia bozza di programma nel marzo 2016; grazie alla eco che scaturì dalla presentazione del mio Saggio (vedi qua) di Economia alla Camera dei Deputati, molti lessero incuriositi le mie proposte sulla stampa e l'attuale amministrazione non poté più rimandare, ad esempio, alcuni interventi inerenti le Seimiglia e la sicurezza.

Ciononostante, come state per appurare, il territorio ha bisogno di tantissime operazioni ma per conoscerle serviva un costante ascolto dei cittadini (spirito cittadino) che, unitamente alle mie esperienze lavorative e di ricerca, mi ha fornito moltissimi piani di intervento (poche righe sotto li troverete praticamente tutti).
In questi mesi infatti ho assistito a molte polemiche, molte discussioni e per quanto non mi sia sottratto (sanguigno come sono) ho sempre cercato di basare la mia attività sulla proposta (come del resto è sempre stato il mio modo di intendere la politica) perché confrontarsi è inutile senza progettualità.

Cercherò di mettere per ogni piano di lavoro, titolo, rapida descrizione, link (se c'è un articolo di approfondimento) ed eventuali collaborazioni; inizierò con i due fiori all'occhiello che sono il Parco e il Pescaturismo dato che rappresentano due progetti ai quali ho dedicato un lasso di tempo, rispettivamente, di 4 anni e di 7.
Sotto ogni proposta potrò aggiungere (dove è corretto farlo) se essa è a costo 0 (o pressoché zero).

1) Progetto Archeologico Naturalistico lungo il Torrente Lombricese (vedi qua).
Progetto recepito e costruito con la Direttrice del Civico Museo e con ella sviluppato. Grande opera con cui possiamo creare un connubio tra mare e monti. In passato (2014) la Nazione e il giornalista Bilotti hanno portato a conoscenza dei cittadini il mio progetto (all'epoca) parziale.  

2) Pescaturismo (vedi qua).
Un battello che in estate, settimanalmente, imbarchi i turisti, esca in mare e mostri loro come avvengono le azioni di pesca: pranzo a bordo (mangiano il pescato) con partenza e ritorno da/a Lido. 
Possibilità di convenzioni con Balneari, Hotel, Ristoratori (cena).

3) Cartello turistico autostradale "Camaiore, il Pontile, i musei".
E' una proposta praticamente a costo 0, una idea che una realtà turistica come Camaiore non può non sfruttare.
Costo 0.

4) Progetto multilivello/interforze "anti abusivismo straniero"(vedi qua).
Stretta collaborazione per il sequestro delle merci individuando punti sensibili di approdo (piazze bus, stazioni treni). Controlli in bus e treni. Target principale: racket e depositi merce.

5) Progetto Sicurezza.
Si va dalla microcriminalità agli incendi boschivi, dal rischio idrogeologico alla questione delle emissioni elettromagnetiche (ed anche altro).

6) Migranti.
Rispetto del limite iniziale di 1/600. Accoglienza solo di perseguitati accertati dalle Commissioni Territoriali.
Costo 0.

7) Correzione dell'allestimento del Museo.
La fretta elettorale dell'amministrazione ha comportato che alcuni reperti non siano collocati correttamente (da un punto di vista archeologico) perché posti in mostra mediante un criterio scientificamente incomprensibile. Questa proposta è frutto della mia collaborazione con la ex Direttrice del Museo.
Costo 0.

8) 2 borse di studio per universitari camaioresi .
Materie: "Individuazione rischio idrogeologico sul territorio di Camaiore" e "Tradizioni e radici locali". Coinvolgimento delle Università.
Costo 0.

9) Promozione dei personaggi che hanno portato lustro a Camaiore.
Eventi rigorosamente svolti nelle varie frazioni (Rosso di San Secondo, Adolfo Massei, Ermenegildo Pistelli ecc). Inoltre saranno eseguite anche mostre fotografiche sulla "Camaiore che fu", per la valorizzazione artisti locali e per quella del patrimonio audiovisivo di Tele-Camaiore Nuovi Orizzonti. 
Costo 0.

10) 10 Alloggi di bioedilizia in legno destinati a coniuge divorziato con prole (vedi qua).
Può essere un progetto pilota e/o un mezzo perfino per trasformare aree da riqualificare in zone di interesse turistico/paesaggistico. Esistono piccole casette funzionali con design accattivanti, a totale risparmio energetico. Molti coniugi (in genere mariti) finiscono per non avere un tetto non disponendo temporaneamente di un reddito adeguato.

11) ) Disabilità: eliminazione di ogni barriera architettonica per divenire “Comune a barriere 0”.

12) Produttori locali: agevolazioni.

13) Alloggi popolari: Revisione norme (vedi qua).
Lo straniero che ne faccia richiesta deve presentare certificazione d'Ambasciata che attesti che nel suo paese non possiede beni immobili o ricchezze. Questo "Modello Cascina" ha permesso a molti italiani di non essere più ingiustamente scavalcati da quegli stranieri che non denunciavano i propri beni nel modo corretto.
Costo 0.

14) Trasparenza: azzeramento incarichi esterni.
Eccezioni pubblicate obbligatoriamente sui 2 principali quotidiani locali.
Costo 0.

15) Strategie per la sburocratizzazione. Costo 0.

16) Riattivazione di Demetra a Capezzano e della Notte Blu a Lido.

17) Valorizzazione centri collinari (servizi, manutenzioni, valorizzazione dei prodotti tipici ecc).
18) Wireless gratuita sul Territorio Comunale (vedi qua).
La proposta si rifà a diverse esperienze sul territorio nazionale (Es. Arenzano).
Costo 0.

19) Corsi di empatia.
Sono da incrementare i livelli di empatia e coesione sociale, soprattutto nelle nuove generazioni, in una realtà provata dalla crisi economica. Vanno incentivati quindi quei progetti destinati ai bimbi e finalizzati alla condivisione (di concerto con la Biblioteca Comunale) ed istituiti luoghi e momenti di socializzazione per gli anziani con il mondo dei giovani. La scuola necessita di tutto il sostegno da parte dell' amministrazione con in primis il miglioramento del servizio scuolabus, la collaborazione con gli insegnanti per fornire incentivi verso i libri digitali (meno onerosi economicamente) e la manutenzione costante delle strutture scolastiche.
Costo 0.

20) Prevenzione rischio idrogeologico e incendi boschivi.
NB: Per quanto riguarda la moneta complementare l'esperienza e la letteratura mostrano che le monete complementari falliscono se imposte dall'amministratore poiché deve essere il tessuto produttivo a richiederle . L'ipotesi crediamo resterà impraticabile (e sconsigliabile). Al momento in estrema sincerità Camaiore ha altre priorità.
Improponibile l'attuazione anche di un Reddito di Cittadinanza Locale (le ragioni sono espresse qua).

Concludo con un auspicio:
La politica sana è confronto; presto verranno molti politici nazionali a fare la loro bella "passerella", acclamati come VIP. Ecco...vorrei fosse permesso, ad almeno un cittadino di schieramento avversario, di porre loro domande.
In futuro vorrei che Camaiore diventasse "La più temuta dai politici".
Vorrei si dicesse "in Italia esiste Camaiore: là se ci vai devi essere preparato".
Perché preparazione è rispetto (altrimenti te ne stai a casa).

Marco Giannini 



Lista Civica - "Insieme per Crescere" - Bertola Sindaco

Con l'augurio che condividerete il mio programma (col passaparola) vi lascio i miei riferimenti:



giovedì 4 maggio 2017

Parco Archeologico Storico Naturalistico Cuturale Lungo il Torrente Lombricese.

Progetto pronto per essere depositato all'Ufficio Opere Pubbliche.

Il mio impegno civico, ormai quinquennale, amo sentirlo e descriverlo come un connubio tra esperienze lavorative, ricezione delle esigenze dirette dei cittadini ed intuizione.

Regalare alla comunità camaiorese quest'opera di prestigio e permanente incrementerebbe l’offerta turistica grazie alla sinergia “mare/monti” e permetterebbe la valorizzazione dei centri limitrofi (spesso marginalizzati come Casoli e Metato) alla "macrozona" di Grotta all'Onda, Candalla (e "frazioni" vicine), Montecastrese e del Torrente Lombricese ecc (basti pensare a quanto avvenuto con interventi simili nel seravezzino con la valorizzazione del Palazzo Mediceo e delle Scuderie Granducali o nell'area di Massaciuccoli con il parco o a Lido con la meraviglia del Pontile).

Un’area in cui oltre ai sentieri ed alla cascata Candalla (definiti in rete "MagiCandalla") sono presenti l’eccellenza antropologica e naturalistica rappresentata da Grotta all’Onda, le rovine del Castello di Montecastrese e vi scorre il Torrente Lombricese (che fa "da specchio” a ripari archeologici ed opifici preindustriali) con la propria fauna. 

Nell'ambito del Parco esiste anche una zona che fu destinazione di quelle carovane che in epoche ormai lontane portavano i villeggianti al noto “pallone frenato” ma soprattutto è da menzionare il vecchio "Mulino Benassi" altamente simbolico (fortunatamente acquisito dalla passata amministrazione Bertola) cui i cittadini sono legati affettivamente: se ristrutturato si presterebbe a divenire un piccolo museo espositivo (in cui far conoscere i personaggi che hanno dato lustro a Camaiore in passato divenendo così anche Parco Culturale/Letterario) oltre che area di promozione di prodotti tipici camaioresi (coinvolgendo anche le associazioni di volontariato).

Lasciamo immaginare ai cittadini le opportunità lavorative e le offerte turistiche che si svilupperebbero grazie ad un Parco che arricchirebbe notevolmente il nostro tessuto territoriale e si integrerebbe alla perfezione con la costa ed il molo di Lido, con il museo cittadino, con la via Francigena, con i percorsi dentro le frazioni, senza contare che una zona abbandonata a se stessa verrebbe valorizzata in modo esponenziale e rappresenterebbe un fiore all'occhiello anche dal punto di vista della destagionalizzazione (e della differenziazione dell'offerta).


(Potete consultare qua il pezzo di presentazione del 2014)


Marco Giannini - Lista Civica "Insieme per Crescere" - Bertola Sindaco

Pescaturismo: un gioiello per la nostra costa.

Una forma di ecoturismo che porta solo benefici.

Dopo il Parco Archeologico e Naturalistico lungo il Torrente Lombricese propongo un'altra iniziativa per lo sviluppo economico della Città: il "Pescaturismo".
Non mi stupisce che da quando l'ho proposto (dopo anni di approfondimento), abbia ottenuto l'appoggio anche da parte di altri Candidati Consigliere.
Il rispetto dei valori e della tradizione si integra alla perfezione con i più opportuni piani di lavoro ed esprime un modello inedito per rispondere in modo efficace alle esigenze del territorio: se sarò eletto Consigliere mi spenderò per realizzare questa proposta di sviluppo turistico attraverso un impegno costante.
Sono consapevole da tempo di quanto fosse limitante operare su un piano strettamente politico, per questo motivo mi sono interfacciato con il mondo produttivo, con le famiglie, con i disoccupati, con le frazioni al fine di portar avanti le loro istanze attraverso un marcato spirito cittadino.
L'inventiva è sempre necessaria per ottimizzare la buona amministrazione tuttavia non va trascurato lo studio delle norme.
Promuoverò sul nostro Lido l'organizzazione di regolari escursioni di Pescaturismo coinvolgendo le migliori esperienze professionali ed associative del comparto nel pieno rispetto del Decreto Ministeriale 293 del 13 aprile 1999 e del Decreto Legislativo n.4 del 9 gennaio 2012 (come modificato dalla Legge 7 agosto 2012 n.134) che ne regolano la disciplina: caratterizzato dalle tipiche escursioni ricreative lungo la costa mediante barca, con ristorazione del pescato a bordo, è una efficace risposta alla richiesta di una più concreta diversificazione dell'offerta grazie anche al naturale connubio con ristoratori, albergatori e stabilimenti balneari.
I villeggianti potranno rendersi conto di come si svolga il mestiere della pesca marittima, ammirare il susseguirsi ritmico dei gesti di chi la svolge, assistere ad una vera azione di prelievo della risorsa ittica, osservare le reti, scorgere tutta quella parte di strumentario fino ad allora sconosciuta ed il tutto immersi nella cornice del nostro splendido panorama marino e costiero.
Tale tipologia di turismo responsabile avviene ormai in molte località costiere con ottimi risultati in termini di indotto turistico ed è un eccellente mezzo di valorizzazione della cultura del mare e della pesca.

Marco Giannini - Candidato Consigiere - Insieme per Crescere - Bertola Sindaco

lunedì 1 maggio 2017

La Wireless gratuita deve essere realizzata subito.

"Insieme per Crescere" nel nome dell'economia locale.

Nell'ambito della prima riunione della nostra Lista Civica "Insieme Per Crescere" (lista che si batte per l'economia locale) ho avuto modo di chiedere a Giampaolo Bertola se fosse definitivamente d'accordo nel realizzare un intervento per la Wireless gratuita in tutto il territorio comunale e la risposta è stata affermativa.




Proprio riflettendo sulla Wireless gratuita il motivo per cui ne ho fatta richiesta oltre un anno fa sui media locali sta nel fatto che, se ad ogni famiglia camaiorese riusciamo a far risparmiare una trentina di euro al mese, questi soldi non prendono la via di Roma (Telecom, Wind, ecc ) ma restano come "consumi" sul piano locale.
Quindi non è solo il risparmio in sé bensì la dinamica "Local" interna a questo provvedimento.






Marco Giannini - Insieme per Crescere.